default_image

Visitare Parigi

All’avventura a Parigi

Con la gentile collaborazione di Paris Eiffel Tower News e Monument Paris.

 

Benvenuti a Parigi! Questa pagina è stata creata proprio per coloro che forse visitano Parigi per la prima volta. Abbiamo voluto darvi qualche gradito consiglio su come preparare al meglio il vostro arrivo, e alcune idee sulle cose interessanti da fare durante il vostro soggiorno nella Ville de Lumière. Buona lettura!

Preparatevi bene per il vostro viaggio

Una volta che vi siete riposati dallo stress del viaggio e che vi siete ben sistemati nella vostra confortevole camera, siete pronti a partire all’avventura per le strade della capitale! Ma prima di mettere il naso fuori, assicuratevi di vestirvi in modo comodo per l’occasione.

In primo luogo, indossate un abbigliamento adeguato. Preparatevi a camminare molto, e a fermarvi spesso per scoprire un sacco di dettagli interessanti. Sapete come una giornata di shopping può distruggere gambe e piedi… Fermarsi, ripartire, fermarsi ancora… In breve, se i vostri piedi non indossano calzature comode, preparatevi a soffrire.

Visitare la Tour Eiffel significa per esempio fare 30 minuti di attesa in fila per comprare il biglietto, poi ancora attendere diversi minuti per l’ascensore, una piccola passeggiata sui piani della Torre, e poi ancora tanti minuti per scendere…. Quindi procuratevi un buon paio di scarpe, e tanto peggio per la moda se si deve sacrificare la bellezza per il comfort!

Il tempo a Parigi può essere capriccioso: una mattina di sole può rapidamente trasformarsi in un cielo carico di nubi accompagnato da un un po’ di vento freddo. Per i nostri amici canadesi abituati al tempo di Montréal, il clima di Parigi sembra molto dolce. Ma per i nostri visitatori provenienti dal sud della Francia, è bene sapere che al di fuori del periodo maggio-settembre, Parigi non è calda. Quindi non esitate a mettere un maglione e una giacca a vento in valigia.

E in ogni caso, non dimenticate l’ombrello, che potrebbe diventare il vostro migliore amico in strada, soprattutto se si desidera scattare foto della città… perché pioggia e macchina fotografica non vanno d’accordo.

 

Ora siete pronti per uscire, ben attrezzati per tutte le evenienze. Alcuni consigli utili:

Evitate di prendere il taxi durante il giorno, e in particolare al mattino fino alle 11:00 e nel pomeriggio dalle 4 alle 8. Le strade sono intasate e prendere il taxi durante queste ore, significa girare e girare ma senza far nulla. Prendete la metropolitana, è più facile, più economica e molto veloce. Ecco una mappa della metropolitana di Parigi (clicca sull’immagine).

Il prezzo delle corse in taxi: il tassametro (il contatore) visualizza il prezzo della corsa e una delle tre lettere seguenti: A, B o C. Se siete nel centro di Parigi dentro le mura o sulla circonvallazione, la tariffa A si applica durante il giorno dalle 6:00 alle 20:00, e la tariffa B durante la notte fino alle 6:00 del mattino. Quando si lascia Parigi dentro le mura, l’autista applicherà la tariffa B durante il giorno e la tariffa C a partire delle ore 20:00. Se siete lontani da Parigi, si applica sempre la tariffa C. Pagherete un supplemento per ogni bagaglio posto nel bagagliaio dell’auto, e se prendete il taxi da un aeroporto. Non cercate di prendere un taxi per strada se siete a meno di 100 metri da una stazione ferroviaria: i taxi non possono caricare i passeggeri nelle vicinanze di una stazione ferroviaria, sono tenuti a recarsi vicino all’entrata della stazione stessa. Quindi, allontanatevi dalla stazione, o andate alla stazione dei taxi della stazione ferroviaria.

I ristoranti cominciano a riempirsi intorno alle ore 12:15 e restano pieni fino alle ore 13:30. La sera, si riempiono alle ore 19:30 e di solito sono sempre pieni fino alle ore 22:00. Se non volete aspettare per mangiare, cenate presto, dalle ore 18:00 alle ore 19:00 o prenotate. Attenzione: i ristoranti sono aperti raramente dalle ore 14:00 alle 18:00, dovrete sedervi a una Brasserie: sono sempre aperte.

Prendete un drink sulla terrazza di un caffè e guardate i passanti parigini e gli stranieri: che piacevole passatempo! Ma dovete sapere che le vostre consumazioni spesso hanno prezzi superiori che all’interno del caffè.

Ora che vi siete armati di questi suggerimenti, siete pronti a conquistare la città. Passiamo ora ai luoghi che vi consigliamo di non perdere.

 

Attrazioni e monumenti di Parigi:

 

La Torre Eiffel

La “Grande Dame” parigina fu costruita per l’Esposizione Universale del 1889, per commemorare il centenario della Rivoluzione. La Torre è alta ben 350 metri! Entrata (ascensore fino al 2° piano): 9 Euro per gli adulti, 5.30 Euro per i bambini sotto i 12 anni. Orario: 1 gennaio – 13 giugno: 9:30-23:00 tutti i giorni. (Per gli sportivi, l’ingresso alle scale è aperto dalle 9:30 alle 18:00), dal 14 giugno al 31 agosto: dalle 9:00 a mezzanotte tutti i giorni.

 

Notre Dame de Paris

La costruzione della chiesa iniziò nell’anno 1163 e fu completata 200 anni dopo, intorno al 1345. La cattedrale può ospitare oltre 6000 fedeli. L’ingresso è libero, ovviamente, ma se volete salire sulle torri, il biglietto costa circa 6 euro. Gli architetti non l’hanno dotata di ascensore, quindi chi soffre di cuore dovrebbe astenersi dall’incamminarsi e dal salire verso il regno dei cieli… Orario: 8:00-18:45 tutti i giorni. Visite guidate: 9:30-18:45 tutti i giorni. Messe: 8:00, 9:00, a mezzogiorno, 18:45.

 

Gli Champs-Elysées e l’Arc de Triomphe

Solo la sezione degli Champs Elysées che va da Place de la Concorde al Grand Palace merita il titolo di “più bel viale del mondo”. Il resto del viale è fiancheggiato da negozi e ristoranti, spesso troppo costosi. Provate le vie laterali. Non dimenticate di visitare l’Arc de Triomphe in cima al viale, costruito nella metà del XVIII secolo per commemorare le vittorie napoleoniche. Costo d’ingresso: circa 6 euro, entrata gratuita per i bambini sotto i 12 anni. Orario: 9:30-23:00 tutti i giorni da aprile a ottobre, e 10:00-23:00 tutti i giorni da novembre a marzo.

 

Montmartre e la Basilica del Sacro Cuore

Di stile romano-bizantino, la basilica domina la collina di Montmartre. Iniziata nel 1875, la costruzione è stata completata nel 1914. L’ingresso è gratuito, ma l’accesso alla cripta e al duomo è a pagamento (circa 5 euro). Per risparmiare un po’ di fatica, si può prendere la funicolare, simile ad un piccolo e buffo tram con un unico vagone. Dalla stazione della metropolitana Anvers, iniziate a salire la collina fino alla rue Tardieu. La stazione della funicolare si trova lì. Fino al XIX secolo, Montmartre non era altro che un villaggio al di fuori della cinta delle fortificazioni di Parigi. Il film “Il favoloso mondo di Amélie” offre una panoramica del posto, da visitare assolutamente, se non altro perché non conta meno di 7 musei!

 

Eglise des Invalides

L’ospizio des Invalides, fu costruito a partire dal 1671 per ordine di Luigi XIV, che voleva dare una casa ai soldati indigenti e gravemente feriti di ritorno dalle molte guerre. Il lavoro fu completato in fretta, ma successivamente fu aggiunta una chiesa. I lavori di costruzione sono durati un totale di 30 anni. È possibile visitare la chiesa, i diversi musei e la tomba di Napoleone I, il cui corpo è stato rimpatriato da Sant’Elena nel 1830. L’ingresso costa circa 6 euro, entrata gratuita per i bambini sotto i 12 anni. Orario di apertura: da ottobre al 31 marzo: 10:00-16:45, da aprile al 30 settembre dalle 10:00 alle 17:45.
Saint Germain des Prés / Quartiere Latino

Questo quartiere, la cui storia è strettamente legata alla vita culturale e artistica della nostra città, è delimitato a nord dal quai Malaquais e a sud dalla rue du Four. A ovest, la rue des Saints-Pères si trova al confine con il settimo arrondissement e la rue de Seine si trova tra i quartieri della Monnaie e dell’Odéon. Questo quartiere è sia un posto strategico per la vita culturale di Parigi, in quanto gli studi di artisti, le biblioteche e i musei sono numerosi, e sia un luogo alla moda dove si vuole essere visti.
Place des Vosges

Fu Enrico IV che ordinò la costruzione della famosa piazza, che è stata completata nel 1612, due anni dopo il suo assassinio per mano di Gascon da Ravaillac. Inizialmente chiamata “Piazza Reale”, è stata rinominata “Place des Vosges” da Napoleone I, che volle rendere omaggio agli abitanti del dipartimento dei Vosgi per la loro rapidità nel pagamento delle imposte. La piazza è molto interessante sia per il suo stile (è circondata da 36 edifici databili all’epoca della sua costruzione) sia per i suoi negozi e il suo piccolo parco, al centro del quale si trova la statua di Luigi XIII.

Troverete altri commenti [in inglese] sui monumenti di Parigi sui siti: Tour Eiffel et monuments.

 

Passeggiando a Parigi

Parigi offre una vasta serie di itinerari interessanti. È possibile seguire i corsi d’acqua (il fiume Senna, ovviamente, ma anche il Canal St Martin) o anche il vecchio tracciato della ferrovia di Strasburgo, lunga 17 km che vi porta a 15 metri di altezza nel cuore del XII arrondissement (la Coulée Verte). È anche possibile trascorrere dei magnifici momenti di relax in uno degli spazi verdi della capitale: le Jardins du Luxembourg, le Buttes-Chaumont, il parco Montsouris o il parco Georges Brassens. Non dimenticate di andare alla scoperta dei giardini del quattordicesimo arrondissement. E se volete storia e architettura, passeggiate a St Germain des Prés e a lato dell’Eglise St Sulpice.

Una città vivace e interessante

Questi sono solo un paio di itinerari che si possono percorrere a Parigi. Per scoprire la capitale, gli ospiti dell’hotel possono accedere gratuitamente alla sezione Members Only del sito Paris Eiffel Tower News, che fornisce molte informazioni sulla capitale.

Il sito è in lingua inglese, ma dispone di molte immagini ed è possibile inviare ai vostri cari delle cartoline elettroniche con le foto di Parigi. L’accesso al sito si effettua attraverso la schermata di ringraziamento che vedete apparire a destra dopo aver completato la richiesta di prenotazione presso l’hotel.

Il personale dell’hotel si augura di avervi ospiti durante il vostro soggiorno a Parigi.